Posts Tagged ‘donne’

OPEN WOUND – Festival di fotogiornalismo

12 luglio 2010

Sei giorni interamente dedicati alla fotografia documentaria durante i quali si terranno concerti, mostre, workshops, performance. Verranno realizzate iniziative che coinvolgeranno tutti gli appassionati , dagli operatori di settore ai puri amanti dell’arte fotografica. Nell’ambito degli eventi culturali promossi dall’Amministrazione, quello di maggior rilevanza è sicuramente “Santo Stefano al Mare Il Borgo della Fotografia” che dal 28 al 31 maggio 2010 ha trasformato il paese in un laboratorio delle arti visive e in un centro di ricerca di sperimentazione di tutte le forme artistiche applicabili alla fotografia dando il via ad un progetto annuale a sostegno della arte fotografica nella Liguria di Ponente. Open Wound Festival di fotogiornalismo ospiterà importanti mostre fotografiche tra le quali:

“Gomorra On Set”. Immagini di Mario Spada. Dopo il romanzo di Roberto Saviano e la versione cinematografica di Matteo Garrone, in mostra, le fotografie di scena del celebre film.

In collaborazione con Postcart edizioni di Claudio Corrivetti. “Donne”. Immagini di Franco Fontana. Allestimento On-Air nel centro storico delle opere tratte dal libro “Donne”. Omaggio all’universo femminile del celebre fotografo italiano. Franco Fontana, famoso nel mondo per i suoi paesaggi rigorosi e geometrici, lascia la sua impronta attraverso il ritratto. Anche i volti sono paesaggi in cui la luce brilla o si nasconde, in cui rivela o adombra e quei volti portano il segno delle stagioni, proprio come le colline e le valli e i campi coltivati: il sigillo del ghiaccio o del sole, il soffio della primavera e i toni caldi ed estuanti dell’autunno perchè nel volto di una donna c’è la vita con tutte le sue vicende.

“Ferita Armena”. Immagini di Antonella Monzoni, eletta autrice dell’anno 2010 dalla FIAF e vincitrice di numerosi premi, narra attraverso i suoi luoghi, la sua ritualità e la sua gente, la tormentata storia di una terra (L’Armenia) che dal 1915 alla fine degli anni Ottanta, è stata vittima di un genocidio ed una guerra intestina, della diaspora, dell’occupazione sovietica e del terribile terremoto del 1988. Mostre itineranti nei locali del centro storico. Nel centro storico sarà possibile visitare numerose altre esposizioni collettive, tra quelle di spicco” 100 scatti in musica” proveniente da Sanremo Off, eventi collaterali al Festival della Canzone Italiana, diretto da Pepi Morgia, “Refugees, Immagini dalla Serbia” di Raffaella Sottile, “Ex Ospedale Psichiatrico di Racconigi” di Michele Giordana, sviluppate in un percorso itinerante nelle vie cittadine, all’interno dei locali commerciali. Backstage musicali, immagini di spettacolo, moda e reportage sociale.

“Fotogiornalismo sotto le stelle”.

La serata del 30 luglio sarà interamente dedicata alla videoproiezione di slide in motion e video-documentari. In apertura

Don Andrea Gallo “Io cammino con gli ultimi” una raccolta di immagini tratte dai comizi, i viaggi e gli incontri di DON ANDREA GALLO. Il prete da marciapiede insiste sui temi a lui cari: il rispetto per gli ultimi, il diritto alla non sofferenza, l’uguaglianza, l’accettazione delle diversità, i limiti dei leader politici e dei partiti con uno stile asciutto che mischia sapientemente ironia e lucida analisi, Don Andrea Gallo a 82 anni è ancora in trincea nella difesa degli emarginati di ogni razza, sesso, colore e credo religioso. Con l’intervento di Roy Paci, Manu Chao, Tonino Carotone, Cisco e tanti amici che nel tempo hanno camminato con il “Don”. E ancora, il nuovo libro dello scrittore Federico Traversa che racconta un anno di intense esperienze al seguito di Don Gallo.

27 luglio al 1° agosto Santo Stefano al Mare [IM]

Link Utili: OPEN WOUND

Annunci

WOMEN ARE HEROS

7 giugno 2010

UN FILM D’AVVENTURA
Il film ripercorre le avventure donquichottesche dalle quali naturalmente si attende un esito surreale, dalla presentazione del progetto artistico agli abitanti di un piccolo villaggio della Liberia, all’organizzazione di un collage collettivo in una “favela”, senza dimenticare l’esposizione sulle pareti di case in demolizione in Cambogia e l’incredibile viaggio a bordo di un treno che attraversa una bidonville in Kenya.

UN FILM SULLE DONNE
“Women Are Heroes” è prima di ogni altra cosa un omaggio alla dignità della donna che viene sottolineata dalle loro foto che invadono le mura dei villaggi e del mondo intero. Il film segna eloquentemente la difficoltà che queste provano in un universo dominato dagli uomini. Di fronte alla macchina fotografica, condividono, per esorcizzare, i loro incubi, ma offrono anche le loro gioie e la loro energia.

UN FILM SUI MEDIA
Women Are Heroes è un docu-film, una sorta di reality che potrebbe essere chiamato “Fuori dal sensazionalismo”, lontano dalle produzioni “solo quando qualcosa accade”.
Uno show, non su ciò che si è sofferto, ma su ciò che si è creato.

UN FILM SULL’UOMO
Women Are Heroes solleva dubbi senza avere la pretesa di rispondere a domande. Si incontrano persone che si spostano, da un luogo all’altro da una vita all’altra dalla lacrima al sorriso. Vite che hanno un passato doloroso e la voglia di costruire un futuro felice.

UN FILM SULL’ARTE
La molteplicità delle immagini, la loro rapida diffusione, la globalizzazione permette agli artisti a ripensare al loro lavoro. JR rielabora la propria Arte in un modo singolare: l’arte partecipativa.
Con le comunità, fa effimere opere d’arte che vengono poi arricchite da commenti e reazioni. Le vecchie diventano modelli per un giorno, i bambini sono artisti per una settimana, agli studenti è affidato, quindi, il ruolo di critica.

UN FILM SENZ’ALTRO DA VEDERE!


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: