Posts Tagged ‘bologna’

Settimana Internazionale della Grafica, tanto cibo per gli occhi!

4 ottobre 2010

Settimana Internazionale della Grafica dal 5 al 9 ottobre 2010. AIAP presenta Design Per 2010.

Alimenti Grafici è il tema 2010 di Design Per. Bologna è la città che lo ospita. L’Emilia Romagna è una regione che ha una forte tradizione nel settore alimentare. Design Per non poteva non raccogliere questa opportunità per offrire a professionisti, imprese, studenti, amministratori pubblici, editori, insegnanti e ricercatori un’occasione di confronto e riflessione sul tema dell’alimentazione.

Siamo ciò che mangiamo. Ciò che mangiamo trasforma noi, gli altri, l’ambiente. I nostri gusti, le nostre abitudini alimentari condizionano la nostra salute, le relazioni umane, l’ambiente, l’economia. Mangiare è un gesto automatico che ci accompagna per tutta la vita con enormi ripercussioni economiche, sociali, ambientali. Viene dunque automatico porsi alcune domande su come il cibo ci viene presentato, raccontato. Come scegliamo il cibo giusto? Siamo informati su ciò che ingeriamo? Come scegliamo ciò che mangiamo? Come ci viene suggerito un sapore? È solamente il nostro palato a orientarci nelle nostre scelte? Che ruolo gioca la vista?


“Mangiare con gli occhi” esprime bene quel senso di desiderio che colori, grafica, immagini e testi, sono in grado di evocare. Suggerisce come il gusto finisca per diventare non il primo ma l’ultimo dei sensi coinvolti.

Spesso per progettare un alimento si parte proprio dalla percezione visiva e a questa si abbina un sapore. La rappresentazione del commestibile è profondamente intrecciata con il suo sapore. Partendo da queste riflessioni l’Aiap ha pensato di dedicare una intera settimana al design della comunicazione visiva che si occupa di consumi alimentari.

Links Utili: AIAP (Associazione Italiana Progettazione per la Comunicazione Visiva)

Annunci

Blu: Rullo&Pennello

12 aprile 2010

Chi visita Bologna ed ha la possibilità di scoprire oltre al classico centro storico anche le aree urbane di recente costruzione, non può non restare affascinato da alcuni murales che, lungi dallessere frutto di atti vandalici rappresentano vere e proprie opere d’arte.

 Al centro sociale Crash, in via Fioravanti, è possibile ammirare il talento surreale di Blu, artista bolognese che partito dai muri della sua città si sta facendo conoscere in tutto il mondo. Dopo aver abbandonato gli spray per il pennello ed il rullo, Blu si è unito in sodalizio artistico con Ericailcane, autore delle bestiole a cui si legano in un rapporto di metamorfosi e scambio continuo i suoi personaggi subumani e infernali.

Il video proposto qui sopra, Muto, è una geniale animazione di Blu realizzata sui muri di Buenos Aires con la tecnica dello stop-motion.

Fonte: BolognaBlog

Links Utili: BLU

“Censorship goes strange vol. 2”

12 aprile 2010

La censura come morte e rinascita di un’immagine.

E sua definitiva trasformazione. Spiazzanti, ironiche e inquietanti, le opere prodotte da una collaborazione siculo-thai, quella tra Ozne e Yashima Mishto, che esporranno alla CA Gallery di Bologna la mostra “Censorship goes strange vol. 2″: le fotografie di Yashima Mishto mostrano giovani donne impegnate nel piacere: il loro o quello altrui.

Con gli occhi puntati nell’obiettivo e i corpi nudi e disponibili agli sguardi dell’osservatore, le protagoniste di questi scatti si mostrano disinibite, fra erotismo e pornografia; A intervenire sulle immagini patinate è Ozne, una sorta di censore, un moderno iconoclasta che, rivestendole di vernice nera o cancellandole dalla superficie lucida della stampa fotografica, le trasforma in ombre e voragini.L’erotismo muta in inquietudine, i graffi e le dense pennellate di nero ricoprono volti e sguardi, il potenziale pornografico diventa perturbante.

A Bologna fino al 7 Maggio 2010.

Fonte: Exibart

Links Utili: Yashima Mishto


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: